Il Premio letterario “Un Autore per l’Europa”

Nato sotto il brand ALASSIO CENTOLIBRI, il premio di narrativa contemporanea “Un Autore per l’Europa” è il punto d’arrivo di venti intensi anni di iniziative di promozione culturale. Infatti, dal 1974 al 1994 i maggiori scrittori e protagonisti culturali italiani si sono avvicendati ad Alassio per presentare le loro opere. È da qui che, grazie al contributo di un gruppo di intellettuali e di operatori culturali che gravitavano attorno alla Biblioteca civica, nacque l’idea di un premio letterario di respiro europeo.

Nasce così, nel 1995, il Premio Letterario Nazionale “Un Autore per l’Europa” la cui giuria è formata da italianisti stranieri che operano nelle principali Università europee.

Albo d’oro

(1995) Gabriele Romagnoli “In tempo per il cielo”
(1996) Rosetta Loy “Cioccolata da Hanselmann”
(1997) Francesco Guccini, Loriano Macchiavelli “Macaronì”
(1998) Francesco Biamonti “Le parole la notte”
(1999) Maurizio Maggiani “La regina disadorna”
(2000) Ernesto Ferrero “N”
(2001) Bruno Arpaia “L’angelo della storia”
(2002) Laura Pariani “Quando Dio ballava il tango”
(2003) Simonetta Agnello Hornby “La mennulara”
(2004) Paola Mastrocola “Una barca nel bosco”
(2005) Salvatore Mannuzzu “Le fate dell’inverno”
(2006) Claudio Piersanti “Il ritorno a casa di Enrico Metz”
(2007) Marcello Fois “Memoria del vuoto”
(2008) Paolo Giordano “La solitudine dei numeri primi”
(2009) Margaret Mazzantini “Venuto al mondo”
(2010) Michela Murgia “Accabadora”
(2011) Marta Morazzoni “La nota segreta”
(2012) Valeria Parrella “Lettera di dimissioni”
(2013) Fabio Stassi “L’ultimo ballo di Charlot”
(2014) Giorgio Falco “La gemella H”
(2015) Paolo Rumiz “Come cavalli che dormono in piedi”
(2016) Giuseppe Lupo “L’albero di stanze”
(2017) Donatella Di Pietrantonio “L’Arminuta”
(2018) Roberto Alajmo “L’estate del ‘78”
(2019) Nadia Terranova “Addio fantasmi”
(2020) Melania G. Mazzucco “L’Architettrice”
(2021) Paolo Di Stefano “Noi”